Errori frequenti nella compilazione

Con l'introduzione della Fatturazione elettronica molti avranno notato che può capitare di non riuscire ad emettere la fattura a causa dell'insorgere di diversi errori. Di seguito sono riportati gli errori più comuni che non permettono l'emissione della Fattura elettronica.

Compilazione

NON USARE CARATTERI SPECIALI

Di seguito sono riportati dei caratteri che spesso vengono utilizzati ma che non sono corretti nella compilazione di una Fattura:

  • La & deve essere sostituita con la e carattere.

  • Il simbolo non deve essere presente. Si può utilizzare la parola euro.

  • Non usare la % e i trattini ( - , _ ).

Altre cause di scarto sono:

  • Assenza di dati obbligatori nel documento

  • Duplicazione di fattura(stesso numero, stesso cedente/prestatore e anno).

  • il file contiene una data antecedente ad un documento già inviato ad esso collegato (Esempio: si sta inviando una fattura del 01/03/2019 a cui è collegata una fattura di acconto o nota di credito del 10/03/2019).

  • Indicazione del codice destinatario in lettere minuscole. Il sistema lo riconosce solo quando è composto da lettere MAIUSCOLE e/o numeri in cifra.

  • Se si vuole indicare un codice IBAN per ricevere i pagamenti(dato non obbligatorio), l'IBAN deve essere formalmente corretto.

  • Mettere i caratteri rappresentate il paese nell'inserimento dell'IVA, selezionando la nazione il gestionale metterà in automatico i caratteri davanti alla partita IVA.

  • Quando si inserisce un CAP verificare che sia corretto, di 5 cifre, nel caso fosse un CAP estero il gestionale fa un controllo sulla nazione della anagrafica e se è minore di 5 cifre lo sostituisce con 5 zeri(00000).

  • il file è privo di numero progressivo.