๐Ÿ‘Autofattura

Come emettere un'autofattura con OpenSTAManager

In seguito alla ricezione di una fattura in Reverse Charge o di una fattura estera vi รจ la necessitร  di emettere un'autofattura per integrare l'IVA a nostro carico.

La Manovra 2021 (legge 178/2020) precisa i termini per lโ€™emissione dei file XML relativi alle operazioni transfrontaliere:

Le fatture attive dovranno essere emesse verso soggetti esteri entro 12 giorni dallโ€™effettuazione dellโ€™operazione oppure entro il giorno 15 del mese successivo a quello a cui si riferiscono le operazioni riportate in fattura, se si tratta di fattura elettronica differita;

Le fatture passive ricevute da soggetti esteri andranno integrate entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui sono stati ricevuti i documenti che provano lโ€™effettuazione dellโ€™operazione.

โœ๏ธ Scritture contabili

Le scritture contabili relative a questi movimenti risulteranno essere le seguenti:

I documenti che si riscontreranno al termine di questa operazione sono 3:

  1. Fattura estera di acquisto

  2. Autofattura registrata tra le fatture di vendita nel sezionale Autofatture

  3. Autofattura registrata tra le fatture di acquisto nel sezionale Autofatture

1๏ธ Registrazione fattura estera

Come primo passo si dovrร  procede alla registrazione della fattura di acquisto estero ricevuta in via cartacea o all'importazione dallo SDI della fattura ricevuta con Reverse Charge

Questa fattura andrร  registrata come la si riceve, non si deve quindi aggiungere manualmente l'IVA.

In Tipo documento si dovrร  scegliere la tipologia del documento corretta tra:

  • TD16 โ€“ integrazione fattura per reverse charge interno: da inviare in caso di ricevimento di fatture passive Italia soggette al regime di inversione contabile (art.17, commi 5 e 6 del DPR n. 633/1972 - art. 74 del DPR n.633/1972). Nella sezione 2.1.6 - Dati fatture collegate devono essere riportati gli estremi della fattura di riferimento; ยป Reverse charge Italia

  • TD17 โ€“ integrazione/autofattura per acquisto servizi dallโ€™estero: da inviare in caso di ricevimento di fatture estere per acquisti di servizi territorialmente rilevanti ai fini IVA in Italia qualora il fornitore sia soggetto passivo stabilito ai fini IVA in altro Paese della UE o in un Paese extra-UE (art. 17 2 comma DPR 633/72); ยป Servizi CEE e extraCEE

  • TD18 โ€“ integrazione per acquisto di beni intracomunitari: da inviare in caso di ricevimento di fatture CEE per acquisti intracomunitari di beni (art. 38 del DL n. 331/1993); ยป Beni CEE

  • TD19 โ€“ Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17 c. 2 DPR n. 633/1972: da inviare in caso di acquisti di beni territorialmente rilevanti in Italia, diversi dagli acquisti intracomunitari e dalle importazioni da soggetti non residenti (beni presenti in Italia); ยป Beni extra CEE ma presenti in Italia

  • TD 28 - Autofattura per acquisti da San Marino

Una volta compilato il form si dovrร  cliccare su Aggiungi, andare a selezionare la modalitร  di pagamento e procedere all'inserimento delle righe, per cui andrร  selezionata una categoria IVA Non Imponibile.

2๏ธ Creazione autofattura di vendita

Cliccando sulla fattura appena registrata si accederร  alla schermata di dettaglio della stessa, dove sarร  possibile notare un avviso che guida alla generazione dell'autofattura per andare a reintegrare l'IVA, si dovrร  quindi cliccare su Crea/Autofattura.

Avviando questa procedura si puรฒ notare che si sta attualmente lavorando nel sezionale Autofatture.

Con Crea autofattura appariranno ora due avvisi: il riferimento alla fattura di acquisto originale, e l'avviso che si tratta di una fattura per conto terzi.

Andando ad analizzare le righe si potrร  vedere l'IVA per integrazione presente in questo documento.

Le righe possono essere sintetizzate con i riferimenti alle normative in base al tipo di documento:

  • "Autofattura Art.17, c.5-6 DPR 633/72" per TD16

  • "Autofattura Art.17, c.2 DPR 633/72" per TD17

  • "Autofattura Art.38 del DL n. 331/1993" per TD18

  • "Autofattura ex Art.17, c.2 DPR 633/72" per TD19

Questa fattura andrร  ora emessa e inviata allo SDI.

3๏ธ Importazione autofattura di acquisto

All'atto di importazione delle fatture di acquisto, dopo che sarร  esaminata e approvata dallo SDI, si potrร  trovare l'autofattura da importare che andrร  a registrarsi nel sezionale Autofatture.

Nel campo autofattura collegata si potrร  selezionare l'autofattura di vendita da collegare.

๐Ÿ“• Piano dei conti

Si potrร  vedere a questo punto un movimento in prima nota, creatosi per andare a compensare i conti dello stato patrimoniale.

Andando ad analizzare il piano dei conti sarร  ora possibile notare solo il movimento della fattura di acquisto ricevuta inizialmente, ma tra i Conti transitori dello Stato patrimoniale saranno presenti i due movimenti IVA a pareggio.

La procedura di integrazione IVA รจ terminata.

โž– Nota di credito da fornitore estero

Per registrare una nota di credito da fornitore estero si dovrร  eseguire la medesima procedura, mettendo segno negativo davanti agli importi delle righe.

I passaggi saranno quindi i seguenti:

  • Fattura di acquisto originale da fornitore estero con le righe con valore negativo

  • Si andrร  a generare l'autofattura (di vendita)che avrร  quindi valori negativi, dal documento appena registrato

  • Si andrร  a importare l'autofattura (di acquisto) che avrร  valore negativo.

๐ŸŽฅ Videoguida

๐ŸŽฅAutofattura

Last updated